A scuola si fa l’Orto circolare

Con la riapertura dell’anno scolastico, dopo la lunga chiusura del Covid, è stato riattivato presso l’Istituto scolastico A. Casagrande – F.Cesi, il Progetto Orto circolare, realizzato dalla scuola in collaborazione  con l’Associazione “Pensare il domani”, il network Local Carbon, con COSP Tecnoservice ed i volontari degli “orti urbani” di Terni. Come è noto, nell’Istituto è attivo l’indirizzo per l’Enogastronomia e l’ospitalità alberghiera che si giova di un Ristorante e Bar didattici. Il Progetto nasce dall’idea che, con la raccolta differenziata di qualità degli scarti della cucina-laboratorio didattica e della mensa, si possa creare, per mezzo di un compostaggio realizzato direttamente presso la scuola, un terriccio super fertile con cui realizzare un orto sperimentale “a cassoni” nello spazio verde interno all’Istituto. Un orto nel quale coltivare ortaggi selezionati e bio per le ricette di cucina. Il compostaggio sarà di tipo innovativo e basato sul mescolamento degli scarti vegetali di cucina con carbone vegetale, ottenuto da pirolisi di scarti di legno; una nuova modalità capace non solo di creare terriccio fertile, ma anche di catturare CO2 atmosferica, riportando carbonio nel terreno. Il progetto, pertanto sta pienamente all’interno delle iniziative per una agricoltura biologica e circolare di tipo rigenerativo, ed è coerente con l’obiettivo 12 dell’Agenda ONU 2030, per lo sviluppo sostenibile. Con tale progetto si attua, anche, l’obiettivo di una educazione allo sviluppo sostenibile nelle scuole, in coerenza con le finalità dell’obiettivo 4 dell’Agenda ONU 2030. E’ stato fatto il punto sullo stato d’attuazione del Progetto, con gli allievi, da parte della Preside Vece, dei rappresentanti di “Pensare il domani” Porrazzini e Metastasio e della animatrice scientifica del progetto Silvia Sandri, in rappresentanza del partner Local Carbon. Il Progetto è arrivato al punto da rendere possibili le prime semine autunnali degli ortaggi, nel nuovo orto della scuola. Tutto il processo di trasformazione dei residui vegetali della cucina in compost fertile, è stato ricostruito in un percorso didattico con pannelli illustrativi ed in un audiovisivo. L’iniziativa rientra fra quelle che si svolgono a Terni, nel quadro del Festival nazionale 2020, dello sviluppo sostenibile, promosso a livello nazionale da ASviS.

Tags:

Lascia un commento